Giornata Mondiale del Teatro 2022

Fino a Giornata Mondiale del Teatro sono 163 giorni, ovvero 5 mesi e 12 giorni.

Nel 2022 il/la Giornata Mondiale del Teatro cade il 27 marzo (domenica).

La giornata Mondiale del Teatro è stata creata a Vienna nel 1961 durante il IX Congresso mondiale dell'Istituto Internazionale del Teatro su proposta di Arvi Kivimaa a nome del Centro Finlandese. Dal 27 marzo 1962, la Giornata Mondiale del Teatro è celebrata dai Centri Nazionali dell'I.T.I. che esistono in un centinaio di paesi del mondo.

La U.I.L.T Unione Italiana Libero Teatro contribuisce dalla sua nascita e sempre con grande impegno alla diffusione della cultura teatrale in Italia e grazie all'impegno di tutti i suoi volontari .

L'Istituto Internazionale del Teatro è stato creato nel 1948, per iniziativa dell'UNESCO e di personalità famose nel campo del teatro, ed è la più importante organizzazione internazionale non governativa nel campo delle arti della scena. L'I.T.I. cerca di incoraggiare gli scambi internazionali nel campo della conoscenza e della pratica delle Arti della Scena, stimolare la creazione ed allargare la cooperazione tra le persone di teatro, sensibilizzare l'opinione pubblica alla presa in considerazione della creazione artistica nel campo dello sviluppo.

L'origine del teatro occidentale come lo conosciamo è senza alcun dubbio riferibile alle forme drammatiche sorte nell'antica Grecia, così come sono di derivazione greca le parole teatro, scena, dramma, tragedia, coro, dialogo.

Nella Roma antica il teatro, che raggiunge il suo apice con Livio Andronico, Gneo Nevio, Plauto e Terenzio per la commedia e Seneca per la tragedia, è una delle massime espressioni della cultura latina.

Il teatro italiano ha una lunga storia in Europa già dal Seicento, basti ricordare l’attenzione che la Commedie Française riservava alla nostra Commedia dell’Arte, che ancor oggi viene imitata e studiata in molti paesi del mondo.

In Italia circa una su 5, ossia il 18,5% della popolazione, non svolge alcuna attività culturale, anche se semplice e occasionale, e cioè nell'anno 2019, non ha letto un libro o un giornale, non ha visitato un museo, una mostra, un sito archeologico, non è andato a teatro, al cinema, a un concerto né a uno spettacolo sportivo e nemmeno a ballare. Solo malapena 20% di italiani che vanno occasionalmente al teatro. Sono dei dati sui quali dobbiamo riflettere.

Il teatro riunisce e la Giornata Mondiale del Teatro è la celebrazione di questa volontà. È un'opportunità per gli artisti della scena di condividere, con il pubblico, una certa visione della loro arte e il modo con cui quest'arte può contribuire alla comprensione e alla pace tra i popoli.
Durante la giornata mondiale del teatro possiamo festeggiare anche noi, scegliendo di andare al teatro ed apprezzare l’arte al vivo.