Festa della Donna 2021

Fino a Festa della Donna sono 205 giorni, ovvero 6 mesi e 24 giorni.

Nel 2021 il/la Festa della Donna cade il 8 marzo (lunedì).

La Festa della donna cade in Italia l'8 marzo. E' un'espressione di rispetto per le donne e la loro lunga lotta per l'uguaglianza. L'8 marzo viene celebrato con grande entusiasmo dai circoli femministi, che organizzano numerosi "manifest" quel giorno per attirare l'attenzione sugli attuali problemi delle donne.

Origini della Festa dell donna

La genesi moderna è strettamente correlata alla lotta organizzata dalle donne per migliorare condizioni di lavoro e di vita. La storia della Festa della donna risale al XIX secolo, in connessione con l'industrializzazione e il lavoro professionale delle donne. Il giorno dell' 8 marzo ricorda un terribile evento che accadde nel marzo del 1857 . Le lavoratrici di una fabbrica di abbigliamento in New York organizzarono uno sciopero per protestare contro le umili condizioni in cui sono state costrette a lavorare. Furioso per la protesta, il proprietario dell'azienda blocco le porte e diede fuoco alla fabbrica . La festa della donna fu celebrata per la prima volta il 20 febbraio 1908 negli Stati Uniti.

La storia della Festa della donna in Italia

La Festa della donna fu introdotta nel 1922 su iniziativa del Partito Comunista. Le celebrazioni furono svolte la prima domenica dopo l'anniversario del rovesciamento dello zarismo russo. All'inizio del XX secolo, le donne combatterono per più umani condizioni di lavoro e migliori guadagni. Dopo la II guerra mondiale, i gruppi strettamente femministi vennero alla ribalta. L'8 marzo 1945, due attiviste dell'Unione Donne Italiane - Rita Montagnana e Teresa Mattei - decisero di organizzare una marcia in onore delle donne. Un anno dopo, proposero la mimosa come simbolo della festa.

Tradizioni legate alla Festa della donna

La maggior parte delle persone associano la giornata con fiori e una fetta di torta mimosa. Una volta accettato che la mimosa sarebbe stata il simbolo della festa della donna in Italia, nacque la tradizione di regalare i gialli mazzi di mimose.


Mimose – il fiore per la Festa della donna

Le opinioni su questo argomento sono divise. Alcune fonti affermano che tre attivisti dell'UDI ebbero avuto l'idea di rendere la mimosa un simbolo di questa festa. La scelsero per le sue caratteristiche, cioe la pianta che cresce spontaneamente (in natura), ha fiori delicati, ma è un arbusto forte che riflette al meglio lo spirito del movimento femminista. Altri sostengono che la ragione fosse molto più prosaica: gli organizzatori della celebrazione della Giornata nazionale della donna del 1946 ebbero bisogno di alcuni elementi decorativi che fossero economici, facilmente accessibili e allo stesso tempo espressivi. Le acacie dealbate che fiorirono a marzo erano ottime per questo. I loro cespugli crescono quasi ovunque, fioriscono più abbondantemente a marzo e il loro intenso colore giallo attira l'attenzione. Inoltre, puoi averli gratuitamente.

Torta mimosa – un dolce simbolo della Festa della donna

La storia di Torta mimosa – una delle torte più famose d'Italia, fatta con Grand Marnier (liquore all'arancia) con una soffice spugna sbriciolata condita significava imitare le onnipresenti fioriture gialle. È strettamente legata alla celebrazione della Festa della Donna. Probabilmente fu inventata dai casalinghe romane negli anni '50 e preparato per la prima volta a celebrale il giorno dell'8 marzo. La torta è molto gustosa, delicata e in realtà sembra cosparsa di soffici fiori di mimosa. Attualmente, viene mangiata in varie feste.