Santo Stefano 2020

Fino a Santo Stefano sono 60 giorni, ovvero 1 mese e 30 giorni.

Nel 2020 il/la Santo Stefano cade il 26 dicembre (sabato).

Giorno di Santo Stefano

Il giorno di Santo Stefano si celebra il 26 dicebre, il giorno dopo Natale. Il Santo Stefano viene ricordato come il primo martire della cristianità. Quindi la ricorrenza della sua morte viene celebrata dai cristiani di tutto il mondo. In Italia 26 dicembre è un giorno festivo. Gli italiani mantengono uno speciale legame storico con il Santo.


La storia di Santo Stefano

Il principale protagonista della festa di 26 dicembre è SantoStefano. Secondo la Bibbia, fu uno dei sette diaconi scelti dagli apostoli che aiutarono i discepoli di Cristo a proclamare la Parola di Dio e ad adempiere alla carità. Il giovane diacono aiutò ai poveri e le vedove, ma diede anche delle prediche. Come si nota in Atti degli Apostoli: “Stefano intanto, pieno di grazia e di potenza, faceva grandi prodigi e segni tra il popolo”. Doveva anche essere un uomo coraggioso e intransigente, poiché non aveva paura di parlare apertamente ai suoi connazionali e sottolineare la loro infedeltà alle chiamate di Dio. Fu questo discorso, registrato in Atti, che causò il suo martirio. Autorità ebraiche accusarono St. Stefano per blasfemia contro la legge ebraica e grazie a false testimonianze lo condannò alla lapidazione. Morirò in circa 36 anni dC.

Festa di Santo Stefano - perché si celebra il 26 dicembre?

Il giorno di Santo Stefano è un giorno non lavorativo, ciò significa che uffici e negozi sono chiusi, ma non sepre era così. Tutti tornavano a lavorare il giorno dopo del Natale. Il governo italiano fissò il 26 dicembre come un giorno festivo in 1947. Decidendo cosi prolungo il periodo delle feste natalizie – il tempo del riposo e godere la vita famigliare. Invece per la chiesa ha diventato un Santo particolarmente caro ed è riconosciuto come il primo martire della cristianità. La dimensione religiosa sottolinea l'importanza della figura di Santo Stefano come il primo martire cristiano.


Tradizioni del giorno di Santo Stefano

In Italia, il giorno di Santo Stefano viene celebrato come il giorno di Natale, ovvero a casa con la famiglia, durante una cena celebrativa. Naturalmente, le tradizioni associate a questa giornata, così come i piatti serviti sui tavoli variano a seconda della regione del nostro paese. In alcune province vengono anche organizzati concerti con canti natalizi, spettacoli per bambini o cene di beneficenza per i poveri. Il periodo natalizio è rilassante, pieno di incontri con amici, familiari e festeggiare insime attorno del tavolo. Mentre il primo giorno di Natale si spende con la propria famiglia a casa, il giorno di Santo Stefano si va a far visita ad amici e parenti. Ovviamente tutti ci si ritrovano intorno ad un tavolo ben allestito per pranzare, scherzare e festeggiare insieme. Colloquialmente tuttavia, il 26 dicembre si chiama "il giorno degli avanzi", poiché in questo giorno si mangia ciò che è rimasto dei giorni precedenti. Nel giorno di Santo Stefano spesso molte persone vanno a fare una scampagnata. Visitare le chiese e le piazze con i presepi è un occasione per fare bella passeggiata e prendere l'aria fresca. Il protomartiro è anche oggetto di proverbi, come “A Santo Stefano le giornate si allungano di uno spillo”.