Halloween 2020

Fino a Halloween sono 86 giorni, ovvero 2 mesi e 25 giorni.

Nel 2020 il/la Halloween cade il 31 ottobre (sabato).

La festa di Halloween, celebrata ogni anno il 31 ottobre, è ormai conosciuta da tutti. La festa che diverte i piccoli e questi più grandi, che vanno in giro travestiti da mostri e chiedono agli estranei “Dolcetto o scherzetto?” Ma conosciamo davvero le sue origini?

Tutti credono che la festa di Halloween è arrivata in Europa dall’America. Ma non è esattamente così. La festa deriva dall’origine celtica, una festa chiamata Semhain, che coincide con il capodanno celtico. Semhain viene dall’Irlanda, dove la cultura celtica ebbe più lunga tradizione. Verso l’anno 1800 molti irlandesi emigrò negli Stati Uniti, spinti dalla povertà, carestia e le malattie. Hanno portato con sé le loro tradizioni, tra cui il capodanno celtico.

Negli tradizioni antichi esistevano due stagioni: la stagione fredda e calda. Si credeva che l’inizio della stagione fredda era un momento quando i morti tornavano nel mondo dei vivi. Secondo i riti pagani, durante la celebrazione si accendeva un gran falò e indossava costumi per far andare via i fantasmi.

Negli Stati Uniti la festa ha preso però un altro carattere. Più o meno come lo conosciamo oggi, una festa molto associata con la cultura pop e consumismo, ha perso il suo significato originale.

Anche nell’Italia, la festa simile al conosciuto mondialmente Halloween, era presente nei riti antichi e nel folklore. Proprio in Italia, ancora molti decenni fa, si travestiva, si raccontava storie da paura, e tagliava le zucche. Poi, è proprio la zucca un simbolo di Halloween d'oggi! Si accendeva le luci nelle zucche intagliate per mostrare ai fantasmi la loro via di casa. Altri rituali antichi prevedevano che i poveri, ma anche i ragazzi e bambini, andavano di casa in casa chiedendo qualche dono o qualcosa da mangiare. In caso di rifiuto promettevano la vendetta. Sembra proprio come la tradizione che conosciamo oggi (dolcetto o scherzetto?). E per di più, si travestivano come incarnazione dei morti. La usanza di vendetta deriva dal fatto che i fantasmi erano visti come pericolosità e le creature di cui si deve avere paura. Le usanze sono state però dimenticate da decenni.

Halloween nella forma presente in mondo d’oggi è arrivato in Italia negli anni '60, diventando popolarissimo negli anni '90. Indubbiamente è diventato popolare grazie alla cultura di mass media. Soprattutto i film per bambini che mostravano Halloween come una festa divertente, un po da paura. Immagini che mostravano i ragazzi mascherati, andando in giro per la città di notte erano molto attraenti. Ai bambini piacciono queste cose. Così anche nell’Italia, dopo che la festa si è diffusa, i bambini si mascherano e vanno di casa in casa chiedendo le dolci.

Ma non è soltanto il divertimento per i bambini. Anche adulti hanno molti attrazioni quel giorni. I locali notturni, le discoteche oppure i ristoranti organizzano le serate a tema Halloween. Tutto viene addobbato in tema della morte, i fantasmi, dappertutto troviamo le zucche tagliate. I negozi sono pieni di costumi e oggetti per il Halloween. Così, tutti nelle feste a tema si travestono in costumi legati a tema di morte o da film horror.

La festa è ormai conosciuta mondialmente. Ha i suoi molti critici e avversari feroci però, dopo tutto, diventa sempre più popolare e comune.