Festa di San Marco 2022

Fino a Festa di San Marco sono 192 giorni, ovvero 6 mesi e 10 giorni.

Nel 2022 il/la Festa di San Marco cade il 25 aprile (lunedì).

Il 25 aprile celebra tutta l’Italia in occasione della festa della liberazione dal nazifascismo. Per la Venezia e il Veneto è pure la festa del patrono della città, il San Marco. Si svolgono vari eventi e tutta la regione è in grande celebrazione.

Il San Marco è la figura speciale per il Veneto. Si crede che era proprio il San Marco ad evangelizzare la regione durante la sua vita. Perciò è proprio lui che diventò il patrono della città e la sua emblema - un leone alato con una spada che stringe un libro tra le zampe, aperto sulla scritta che traduciamo dal latino come “Pace a Te o Marco Mio Evangelista”.

Il corpo di San Marco è stato riportato a Venezia nel 828 da Alessandria d’Egitto. Solo da quella data il San Marco sostituì San Teodoro come patrono della città di Venezia.

Durante il periodo della Serenissima Repubblica di Venezia i festeggiamenti includevano una grande processione in piazza San Marco. Nella processione partecipavano tutti i rappresentati del paese e le figure religiose più importanti del Veneto. Al passato i festeggiamenti avevano luogo anche il 31 gennaio e 25 giugno. 31 gennaio era giorno in cui il suo corpo venne trasportato a Venezia. Il 25 giugno come la memoria di ritrovare le sue reliquie dopo l'incendio della Basilica di San Marco nel 976.

Adesso si festeggia solo il 25 aprile, che è la data della morte di San Marco. Le tradizioni contengono vari eventi e usanze di quel giorno. Ancora oggi si svolge una processione alla Basilica di San Marco, alla quale partecipano le figure più importanti della città. Ogni anno ha pure luogo una sfilata di figuranti in uniformi d’epoca dei Reggimenti Marini.

Una delle ultime tradizioni è quella di apprezzare i talenti del Veneto. Le persone che hanno ottenuto successo nelle varie zone ottengono il Premio Festa San Marco. Possono essere le persone che ci sono distingue nello sport, nell’arte, nella scienza, nella scuola o lavoro sociale e filantropico.

Una delle usanze più conosciute però è quella che ogni veneziano deve regalare alla sua donna (oppure alla mamma e le figlie) un bocciolo di rosa. Questo simboleggia il vero amore. Ecco perché tutta la Venezia quel giorno è piena di rose rosse che vengono vendute in ogni angolo della città.